Slow Life

mercoledì 30 maggio 2018

Gli Slow Boss alla conquista di #SBF018

Quest'anno più che mai la sfida a colpi di "like", sul profilo Facebook di Brandforum, è stata particolarmente agguerrita: i candidati allo Slow Boss Award 2018 si sono contesi la vittoria fino all'ultimo per poter essere "incoronati" Slow Boss.


Chi è uno Slow Boss? Il concetto, teorizzato da Patrizia Musso all'interno del volume Slow Brand. Vincere imparando a correre più lentamente (FrancoAngeli, 2017) descrive quelle figure imprenditoriali che si sono particolarmente distinte per aver operato a favore dei propri dipendenti, dell’ambiente circostante in modo virtuoso e lungimirante, mettendo in atto strategie d’impresa che pongono al centro le persone e i loro bisogni. Per esempio? Attraverso l’adozione di dinamiche di welfare oppure momenti di riflessione tra dipendenti e classe dirigenziale per discutere di tematiche che vanno ad accrescere il senso del progetto di vita lavorativa (futura o attuale) e personale. 



Un compito "importante e di responsabilità", come emerso dall'intervista a Emanuela Salati - Responsabile formazione, Selezione e Comunicazione Interna ATM, nonché Vincitrice dello Slow Boss Award 2017.



Chi sono le figure "lungimiranti" a cui è passato il testimone per il 2018?

(Ph. Hole in One)


La Giuria Tecnica - composta da accademici e giornalisti - ha valutato i candidati in base a motivazioni ricevute, interviste rilasciate online e racconto online dei progetti, decretando come Slow Boss 2018 Enrica Acuto Jacobacci (CEO Jacobacci & Partners).



Sul web, invece, la sfida è stata vinta per una manciata di "like" da Gherardo Magri (Amministratore Delegato Vaillant Italia) con 723 like, seguito da Nicola Piazza (Amministratore Delegato Würth Italia) con 635 like a cui è andata la Menzione Speciale.



I vincitori sono stati premiati al termine di Slow Brand Festival 2018 #SBF018, svoltosi lo scorso 29 maggio, dove sono stati decretati anche i progetti vincitori per la categoria Slow Brand. In particolare la Giuria, composta in questo caso dai membri della Redazione di Brandforum, ha selezionato come progetto vincitore la nuova sede della Fondazione Feltrinelli, come "nuovo centro culturale" urbano che si inserisce nel contesto cittadino milanese permettendo a tutti di rallentare in una dimensione più slow a metà tra tradizione (libreria) e innovazione (strumenti digitali all'avanguardia). 



Il web ha invece votato come caso slow emblematico Disaronno, con il progetto Charity for Development: si tratta di un'iniziativa di co-marketing tra Disaronno e le grandi firme della moda italiana con una mission solidale umanitaria. Parte del ricavato delle bottiglie vendute viene devoluto alla Charity For Development, che fino ad oggi è riuscita a sviluppare importanti progetti in Africa rivolti soprattutto alle donne.



#SBF018 si è svolto di fronte ad un nutrito pubblico di rappresentanti aziendali, giornalisti, addetti ai lavori e studenti universitari accomunati dalla passione per la comunicazione, nonché numerose figure di spicco del mondo della comunicazione e del marketing che si sono confrontate sul fenomeno #slow. Su www.brandforum.it un racconto dettagliato dell'evento!


GRAZIE a tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito alla realizzazione dell'evento, ai relatori per i casi che hanno condiviso e ai nostri partner (in particolare Hole in One - Main Sponsor Tecnico, l'Associazione l'Arte del Vivere con Lentezza fondata da Bruno Contigiani).

lunedì 21 maggio 2018

SBF018 - Slow Brand Festival

Dopo il successo delle precedenti edizioni, anche quest’anno la redazione di Brandforum, in collaborazione con l’Arte del Vivere con Lentezza fondata da Bruno Contigiani e con il supporto dell’agenzia Hole in One (in qualità di Main Sponsor), ha il piacere di presentare la IV edizione di Slow Brand Festival. L’evento si svolgerà il 29 maggio (a partire dalle 14.30) in una villa nel cuore di Milano, una location Slow incastonata in un storico giardino; il posto ideale dove poter rallentare, discutere, ascoltare e dare ritmo al proprio tempo La Cordata, Via S.Vittore, 49).
 


Contraddistinto dall’hashtag #SBF018, Slow Brand Festival si palesa come un momento di approfondimento e dibattito sulla sempre più incalzante evoluzione del fenomeno Slow in Italia, attorno al motto che ci caratterizza da ormai quattro edizioni: dal telling al doing. Emergeranno le best practice e le strategie adottate dai grandi brand, così come dalle PMI, attorno a due macro temi: Brand, Turismo & Territorio e Brand, Cultura & Organizzazione Aziendale. L’incontro sarà inoltre un’occasione per cogliere suggerimenti pratici su come trasformare le imprese in Slow Brand e si approfondirà, poi, il concetto di Slow Boss, ovvero quelle figure aziendali di rilievo che riescono a distinguersi per le loro scelte lungimiranti a livello gestionale, organizzativo e comunicativo.
ADVERTISEMENT


L’appuntamento per la IV edizione del Festival “lento”, ideato nel 2015 da Patrizia Musso (Direttore di Brandforum.it) si inserisce nuovamente nella cornice della XII Giornata della Lentezza e vuole confermarsi come occasione per avvicinare anche i giovani al mondo delle imprese e viceversa. L’intera community online di Brandforum è stata nuovamente coinvolta nella ricerca degli Slow Boss e degli Slow Brand, declinati nelle quattro “storiche” categorie: Slow Advertising, Slow Spaces, Slow Web e Slow Factory.



Una Giuria Tecnica (composta da Accademici, Giornalisti, Esperti del settore e membri della Redazione di Brandforum.it) decreterà i migliori “Slow Brand 2018” e i lungimiranti “Slow Boss 2018”, che verranno premiati al termine di #SBF018.
 

L’evento, che prenderà il via alle 14.30 del 29 maggio pv (@ La Cordata, Via San Vittore, 49), metterà a confronto il punto di vista di illustri ospiti e rappresentanti di spicco di varie realtà aziendali attorno a due grandi macro temi: nel primo panel le "Nuove Dinamiche Slow di Comunicazione Turistica"; nel secondo panel "Essere un Brand tra Dinamiche Fast e Slow".

 
 
 
L'evento è gratuito, fino ad esaurimento posti
REGISTRATEVI QUI: http://bit.ly/SBF018_RSVP 

lunedì 9 aprile 2018

W le organizzazioni lente e gli #SlowBoss

Presto che è tardi! È tardi, sai? Io sono già in mezzo ai guai!

Neppure posso dirti "ciao": ho fretta! Ho fretta, sai?”

Intervista a Patrizia Musso, Fondatrice e Direttrice di Brandforum.it

Così esordiva nei lontani anni ’50 un personaggio di un noto film di Walt Disney (Alice nel paese delle Meraviglie, nato nel 1862 dalla fantasia dello scrittore Lewis Carroll) che mi ha sempre affascinata: il Bianconiglio, un buffo, rotondo, coniglio con tanto di panciotto e con un grosso orologio a cipolla in mano.

Correva, allora, per rispondere alle aspettative della sua boss-la Regina di Cuori, pronta a tagliar teste a chiunque non rispettasse i suoi desideri. E Alice, con il suo disarmante pacifico sguardo, non riusciva a trovar ragione di cotanto stress..


Un po’ come un’Alice 3.0, da qualche anno a questa parte provo a guardare il mondo delle imprese con lo stesso approccio: perché dobbiamo continuamente tutti correre?
Le persone-Bianconiglio mi rispondono come negli anni ’50, palesandomi la presenza di tanti brand-Regine di cuori: i mercati sono dinamici, l’evoluzione è continua… Ma, dal mio punto di vista, essere #slow - quindi avere il coraggio di rallentare a livello organizzativo -  non significa né fermarsi né non essere in grado di stare al passo con il cambiamento. Vuol dire invece trovare, tutti, una modalità di lavoro più a misura d’uomo. Tutti siamo stufi di correre, sottoscritta compresa. Tutti sogniamo di avere più tempo, per far meglio (non meno) le cose.


E allora ben vengano le aziende che oltre a contemporanee dinamiche di welfare (maggiordomo aziendale, asili interni, orari di lavoro flessibili, volontariato aziendale, corsi di yoga e pilates….), mettono in campo momenti di riflessione (quindi trovano “nuovi” tempi) anche per discutere di tematiche che vanno ad accrescere il senso del progetto di vita lavorativa (futura o attuale). 


Proprio questo è uno degli elementi - a mio parere - chiave dell’essere (anche offline) uno #SlowBrand, visto il già elevato tempo dedicato alle conversazioni fra aziende/persone nel mondo online.



Dal mio punto di vista, quindi, essere marcati come “organizzazioni lente” diventa un complimento, motivo di orgoglio, e apre una nuova prospettiva di business-etico alle imprese del futuro. Non a caso, dal 2015, brandforum.it promuove un evento culturale inedito: lo Slow Brand Festival realizzato in collaborazione con Bruno Contigiani, Fondatore dell’Associazione L’Arte di Vivere con Lentezza Onlus.


Si tratta di un momento di dibattito aperto, che si propone anche di festeggiare e premiare quei brand, grandi e piccoli, che con coraggio e lungimiranza cercano di allontanarsi dal modello del brand Regina di Cuori per abbracciare un nuovo senso d’impresa, pur senza dimenticare il senso di profitto che le anima. Esser #slow non significa certo trasformarsi nella Croce Rossa, rischiando di cadere nella storpiatura moderna del green washing, ma nel guardare alle persone che compongono il dna delle imprese, come tali: persone, non solo numeri.

Nelle passate edizioni abbiamo visto che i modi per essere #slow sono tanti e diversificati, da tarare secondo la personalità di ciascun brand. Non esiste una ricetta unica per tutti, ma tante aziende, con coraggio, possono trasformarsi in eccellenti #SlowBrand, con la complicità di AD e Presidenti in grado di creare modelli di leadership “illuminati”.


Proprio all’interno di questo solco si inseriscono gli #SlowBoss:  persone che a prescindere dal grado di anzianità aziendale, sono accomunati dal possedere un’elevata (e naturale) capacità di Leadership #slow, in grado di tenere i ritmi veloci e - quando serve - di introdurne di lenti (dedicati persino a momenti o eventi ludici!), che sanno essere gentili e sanno ascoltare le proprie persone anche seguendo una logica bottom-up.


Se conoscete qualche "capo lungimirante" potete segnalarlo tramite l'apposito form anonimo: http://bit.ly/SBF018_SlowBoss


Il più votato, dalla rete e dalla Giuria Tecnica, sarà premiato durante l'evento del 29 maggio! #SBF018



lunedì 26 marzo 2018

Sta tornando #SBF018...

Dopo il successo degli scorsi anni torna Slow Brand Festival alla sua IV Edizione (#SBF018). Il Festival dedicato alle dinamiche Slow si terrà martedì 29 maggio 2018 dalle 14.30 presso La Cordata – Via San Vittore 49, 20123 Milano. 





#SBF018 è un evento culturale ideato nel 2015 da Patrizia Musso – Direttrice e Fondatrice di Brandforum.it, in collaborazione con l’Associazione L’Arte del Vivere con Lentezza (http://www.vivereconlentezza.it/), fondata da Bruno Contigiani e con una serie di prestigiosi partner istituzionali e aziendali


L’evento nasce come un momento di approfondimento e dibattito sulla costante evoluzione del fenomeno #Slow nel mondo aziendale italiano, sempre più ricco di nuovi casi esemplari (sia di grandi brand sia di PMI) da far conoscere alla nostra Community. Come ogni anno, le nomination SlowBrand saranno proposte esclusivamente da giovani Giurati under30, studenti, laureandi e neolaureati di varie realtà italiane (dall'Univesità Cattolica di Milano all'Università degli Studi di Udine e Trieste).



Quest'anno dedicheremo nuovamente particolare attenzione allo Slow Bossovvero un leader che sa essere gentile, sa ascoltare, sa coniugare ritmi #fast e #slow, sa delegare e favorire il team building, capace anche di far lavorare&divertire quel giusto. Da due anni a questa parte con lo Slow Brand Festival, siamo riusciti a rintracciarli. Come? Grazie alle nomination spontanee, raccolte compilando questo agile form http://bit.ly/SBF018_SlowBoss



Le nomination raccolte verranno caricate sulla pagina Facebook dell'evento Slow Brand Festival (chi riceverà più LIKE dalla rete?) e verranno anche sottoposte a una Giuria di Esperti (giornalisti, accademici, professionisti del settore). Al termine dell'evento #SBF018 verrà annunciato ufficialmente il nuovo #SlowBoss2018



Per concludere il nostro Festival “lento”, in chiusura di #SBF018, premieremo gli Slow Brand (divisi per categoria: Slow ADV, Slow Space, Slow Factory e Slow Web declinati anche in ottica di Responsabilità Sociale) .

Stay Tuned! 


Per rimanere aggiornati su #SBF018, sulle tematiche e sulle novità che ruotano attorno al tema Slow, seguiteci nella sezione “Slow Brand” del nostro sito (www.brandforum.it) e le nostre pagine social: 
Aggiornamenti anche su questo blog...